BlueGriffon, HTML Jquery, librerie Giochi, Blogger, Templates Blogger, widget, gadget, aspetto QR, codice, Blogger AdWords, Google, pubblicità Templates, Blogger, Natura Nlogger, templates, Manga

Quando Google aggiunge un plus: una guida per iniziare a capire Google+.

Google prova a scalzare il primato del social network di Facebook col suo nuovo Google+.

Con Google+ condividi sul Web come nella vita reale. Prova le Cerchie, gli Eventi e gli Hangout: solo alcuni dei suoi aspetti più innovativi.

A differenza di Facebook in cui non esistono garanzie sul fatto che il profilo di una persona famosa corrisponda alla sua identità reale, Google+ dispone di un sistema di identificazione visibile tramite un'icona con un visto accanto al nome del profilo.

Oltre a questo l'interfaccia di Google+ è di semplice utilizzo e permette anche ai meno esperti di avere un controllo totale del proprio profilo e quindi anche delle persone che possono accedervi e/o mettersi in contatto con l'utente.

Le novità a differenza di Facebook stanno soprattutto nella struttura del social network stesso i cui punti principali sono:

Cerchie

google  preview
Non avremo più soltanto i classici “friends” di Facebook, ma potremo catalogare in cerchie i nostri contatti. Le cerchie non sono altro che delle liste di utenti e questo ci permette di organizzarle nella maniera che preferiamo in modo da decidere con chi convidividere il nostro flusso di informazioni.

Videoritrovi

Quando Google aggiunge un plus videoNon sono altro che delle videoconferenze stile Skype in real-time dove possiamo aggiungere fino a 6 persone contemporaneamente.

C’è da dire che si vocifera (oggi ne avremo la conferma)che Facebook abbia intenzione di implementare le chiamate Skype dentro il proprio social network. Vedremo

Condivisione

Quando Google aggiunge un plus share
La condivisione è simile a quella presente su facebook, la cosa realmente interessante è la possibilità di scegliere esattamente il grado di visibilità del contenuto che andremo a condividere. Potremo scegliere una particolare cerchia o renderlo pubblico, o ancor più interessante potremo condividerlo via email con un utente non registrato.

+1

Quando Google aggiunge un plus plus1
Qualche mese fa Google lanciò il bottone +1 presente sia nelle serp di ricerca che nelle pagine dei siti stessi. L’obiettivo era emulare il bottone “Like” di Facebook con l’aggiunta di sfruttarlo anche come indicizzatore di contenuti all’interno del motore di ricerca. Ora all’interno di Google+ viene usato analogamente al tasto “Mi piace”.

Spunti

Quando Google aggiunge un plus spunti
Questa funzione (credo) verrà largamente rivista. Non è altro che un feed globale basato sugli interessi selezionati dall’utente. Sarà interessante un ipotetica implementazione con Google Reader.

In fine…
Google+ promette molto bene, è ancora in fase beta a numero chiuso quindi gli utenti entreranno pian piano e avranno modo di testare la piattaforma. Personalmente l’ho trovata molto pulita, intuitiva e più piacevole da usare rispetto Facebook. Inoltre per chi già faceva largo uso delle webapp di google (gmail,reader ecc.ecc.) la troverà molto interessante perchè si integra molto bene. Vedremo nei prossimi mesi che piega prenderà

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Quando Google aggiunge un plus: una guida per iniziare a capire Google+. Quando Google aggiunge un plus: una guida per iniziare a capire Google+. Reviewed by Luca Soraci on gennaio 29, 2014 Rating: 5

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!!

Nessun commento

!-- Google Tag Manager (noscript) -->