BlueGriffon, HTML Jquery, librerie Giochi, Blogger, Templates Blogger, widget, gadget, aspetto QR, codice, Blogger AdWords, Google, pubblicità Templates, Blogger, Natura Nlogger, templates, Manga

Come gestire la dichiarazione di chi è autorizzato a vendere il tuo spazio pubblicitario.

I venditori digitali autorizzati o ads.txt sono un'iniziativa IAB che aiuta a garantire che il tuo spazio pubblicitario digitale sia venduto solo tramite venditori (ad esempio AdSense) che hai individuato come autorizzati. La creazione del tuo file ads.txt ti dà più controllo su chi è autorizzato a vendere annunci sul tuo sito e consente di evitare che lo spazio pubblicitario contraffatto sia proposto agli inserzionisti.

Non sei tenuto a utilizzare ads.txt, ma ti consigliamo di farlo. Un file ads.txt può aiutare gli acquirenti a identificare lo spazio pubblicitario contraffatto e aiutarti a ricevere una quota maggiore di spesa pubblicitaria che altrimenti potrebbe essere destinata a quello spazio pubblicitario contraffatto.

Google-AdSense-income-booster

Crea il tuo file ads.txt per AdSense.
Ecco come creare un file ads.txt per dichiarare pubblicamente che Google è autorizzato a vendere il tuo spazio pubblicitario:

Crea un file di testo (.txt).
Includi la seguente riga:
google.com, pub-0000000000000000, DIRECT, f08c47fec0942fa0

Importante: assicurati di sostituire il pub-0000000000000000 con il tuo ID publisher.


Ospita il file ads.txt nel tuo dominio principale (ad esempio, https://example.com/ads.txt).
In questo caso, "dominio principale" è definito come un livello inferiore dall'elenco del suffisso pubblico, che è come viene definito nella specifica IAB ads.txt. Ad esempio, "google.co.uk" sarebbe considerato un dominio principale poiché "co.uk" è nell'elenco di suffisso pubblico, ma "maps.google.co.uk" non sarebbe considerato un dominio principale.

Questi passaggi riportano le istruzioni su come creare un file ads.txt per i publisher di Google AdSense. Per altri SSP/piattaforme (di scambio), consulta la documentazione relativa alla creazione di un file ads.txt o contattali.

Domande frequenti.


Vedo un avviso relativo al mio file ads.txt in AdSense. Come posso verificare quale dei miei siti ha un file ads.txt non corretto?
Se nel tuo account vedi un avviso relativo al file ads.txt, puoi consultare la pagina I miei siti per visualizzare un elenco dei siti interessati.

Se non sei il proprietario dei siti interessati o se non li monetizzi, ti consigliamo di attivare la funzione di autorizzazione dei siti e poi di annullare la verifica di questi siti.


Non riesco ad aggiungere un file nel mio dominio principale. Che cosa devo fare?
Non sei obbligato a utilizzare il formato ads.txt e non ci saranno conseguenze sulle tue entrate se non lo implementi. Tuttavia, se viene aggiunto un file ads.txt al tuo dominio principale, devi contattare il tuo webmaster e chiedergli di aggiungere il tuo ID publisher al file.


In che modo Google renderà obbligatorio il file ads.txt?
Ogni volta che un file ads.txt viene pubblicato su un dominio principale, Google utilizza i contenuti del file per determinare quali account venditore di Google sono autorizzati a pubblicare annunci su quel dominio principale.

Quando richiedi un annuncio per un sito specifico, Google controlla se il dominio principale del sito contiene un file ads.txt. Se non è presente alcun file ads.txt, non vi sarà alcuna applicazione aggiuntiva delle norme oltre a quella standard. Se invece è presente e l'ID publisher è correttamente elencato, allora verrà avviata un'asta e verrà mostrato l'annuncio vincente. Se il file ads.txt è presente, ma l'ID publisher non è indicato correttamente, non ci sarà alcuna asta per quella richiesta.

Il nostro sistema controlla automaticamente se ci sono file ads.txt nuovi e aggiornati. Tieni presente che se aggiorni o rimuovi un file ads.txt, potrebbero essere necessarie fino a 24 ore affinché il sistema registri le modifiche.

Google supporta solo i file ads.txt sui domini principali o anche nei sottodomini, in base all'aggiornamento delle specifiche per i file ads.txt v1.0.1 di settembre 2017?
Nel 2017 Google eseguirà la scansione dei file ads.txt inseriti nei domini principali e applicherà le relative istruzioni, ignorando i file inseriti nei sottodomini. Assicurati che i venditori con le autorizzazioni per i tuoi sottodomini siano inclusi nel file ads.txt che aggiungi nel dominio principale. Stiamo programmando la scansione dei file ads.txt presenti nei sottodomini e inizieremo a eseguirla all'inizio del 2018. Forniremo ulteriori dettagli quando la funzione sarà disponibile.

In base all'aggiornamento delle specifiche per i file ads.txt v1.0.1 di settembre 2017, Google supporta i reindirizzamenti?
In base all'aggiornamento delle specifiche per i file ads.txt v1.0.1, Google supporta un solo reindirizzamento HTTP a una destinazione al di fuori del dominio principale di origine (ad es., example1.com/ads.txt reindirizza a example2.com/ads.txt).

Sono supportati anche più reindirizzamenti, a condizione che ogni destinazione dei reindirizzamenti resti all'interno del dominio principale di origine. Ad esempio:

example.com/ads.txt con reindirizzamento a www.example.com/ads.txt
example.com/ads.txt con reindirizzamento a subdomain.example.com/ads.txt
example.com/ads.txt con reindirizzamento a example.com/page/ads.txt

Come gestire la dichiarazione di chi è autorizzato a vendere il tuo spazio pubblicitario. Come gestire la dichiarazione di chi è autorizzato a vendere il tuo spazio pubblicitario. Reviewed by Luca Soraci on dicembre 11, 2017 Rating: 5

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!!

Nessun commento

!-- Google Tag Manager (noscript) -->